Menu

 

vai al piano di studio

click

 

Il Corso di Laurea Magistrale in Management Pubblico si compone di corsi di studio a carattere multidisciplinare che hanno come oggetto le istituzioni pubbliche sotto il profilo storico, politologico, sociologico, giuridico ed economico.

Il Corso di Laurea Magistrale in Management Pubblico rappresenta la naturale prosecuzione del Corso di Studi in Scienze dell'Amministrazione e dell' Organizzazione. Inoltre, può rappresentare uno sbocco interessante anche per gli studenti provenienti da altre lauree triennali.

La sua missione è quella di far acquisire agli studenti le conoscenze e le capacità per assumere responsabilità manageriali nelle amministrazioni e nei servizi pubblici in ambito locale, regionale, statale e sovranazionale o in enti non profit che operano a stretto contatto con il settore pubblico.

In particolare, il Corso di Laurea Magistrale in oggetto si propone l'obiettivo di formare manager pubblici che siano capaci di:

- disegnare l'organizzazione e ottimizzare il funzionamento delle amministrazioni pubbliche;

- gestire le risorse umane e finanziarie nonché i sistemi informativi delle organizzazioni pubbliche;

- progettare e attuare le politiche pubbliche e valutarne gli effetti;

- prevenire e contrastare la corruzione;

- costruire forme di collaborazione tra amministrazioni appartenenti a più livelli di governo;

- semplificare e digitalizzare le procedure delle amministrazioni pubbliche;

- rafforzare le forme di partnership pubblico-privato.

Considerando le nuove esigenze imposte dai processi di riforma della P.A., il Corso di studi prevede tre diversi percorsi di specializzazione tra i quali lo studente potrà scegliere al secondo anno.

Il primo concerne l'etica pubblica, tema di grande interesse in seguito all'adozione della legge delega per la prevenzione della corruzione (L. n. 190/2012) e dei relativi decreti che, dopo l'istituzione dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, richiede specifiche competenze e professionalità per i funzionari pubblici.

Il secondo riguarda le innovazioni nella PA, con particolare riferimento alla realizzazione della Agenda Digitale e all'implementazione di tecnologie informatiche nell'ambito delle amministrazioni pubbliche, secondo quanto previsto dalla legge delega n. 124/2014 e dai relativi decreti legislativi.

Il terzo concerne le politiche locali che sono un punto di riferimento per un corso di studio a forte vocazione territoriale come quello in Management Pubblico. Nell'ambito di tale percorso si pone l'accento sull'economia marittima e portuale, settore di grande interesse sia a livello locale che a livello nazionale.

 

PIANO DI STUDIO

IMMATRICOLATI A.A. 2018/2019 

I ANNO CFU
TEORIA E STORIA DELLE AMMINISTRAZIONI 9
SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE 9
STATISTICA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 10
DIRITTO AMMINISTRATIVO AVANZATO 10
RAGIONERIA DELLE AZIENDE PUBBLICHE 10
SISTEMI SOCIALI E POLITICHE PUBBLICHE 10
II ANNO
AUTONOMIA NEGOZIALE E RAPPORTI DI LAVORO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE  10

 

INDIRIZZO: ETICA PUBBLICA

VALUTAZIONE DELLA DIRIGENZA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 12
ETICA PROFESSIONALE E REPRESSIONE DEI COMPORTAMENTI CORRUTTIVI 10

 

INDIRIZZO: INNOVAZIONE NELLA P.A.

AGENDA DIGITALE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 12
SISTEMI INFORMATIVI PER I PROCESSI DECISIONALI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE   10

 

INDIRIZZO: POLITICHE LOCALI 

ISTITUZIONI E POLITICHE ECONOMICHE TERRITORIALI  12
GOVERNANCE DEI SISTEMI PORTUALI 10

 

MATERIA OPZIONALE

 

10

ULTERIORI ATTIVITÀ: IDONIETÀ LINGUISTICA E TIROCINIO 6
PROVA FINALE 14